Terapia della parodontite

Approfondimenti sulla parodontite
Parodontite: approfondimenti diagnostici
10 Settembre 2021

Negli articoli precedenti diagnosi precoce della parodontite e parodontite: approfondimenti diagnostici abbiamo parlato della prevenzione e diagnosi precoce della parodontite, e degli approfondimenti diagnostici per i pazienti positivi al test di screening.

Con questo articolo vediamo in generale le varie fasi della terapia.

Dopo aver completato gli approfondimenti diagnostici, il clinico ha tutte le informazioni necessarie a pianificare la terapia: la prima fase sarà per tutti la Fase Causale, così denominata perché volta all’eliminazione della causa della malattia, ovvero i batteri della placca sopra e sotto gengivale.

L’obiettivo viene raggiunto attraverso sedute di igiene orale professionale (eliminazione della placca sopragengivale) seguite da sedute di levigature radicolari (eliminazione della placca sottogengivale). La levigatura radicolare viene eseguita sotto anestesia su gruppi di denti e ha lo scopo di eliminare la placca che si accumula nelle tasche: a questo scopo diventa molto utile la cartella parodontale, che sarà stata compilata in fase diagnostica e su cui il clinico avrà registrato le tasche, localizzazione e profondità, presenti nella bocca del paziente.

La Fase Causale, così come tutto il percorso terapeutico, necessita di una grande collaborazione da parte del paziente, che dovrà impegnarsi nel mantenimento di una scrupolosissima igiene orale; in mancanza di ciò i benefici delle terapie effettuate dal dentista svaniranno in breve.

Al termine della Fase Causale, dopo un attesa di un paio di mesi in cui si darà ai tessuti la possibilità di guarire, il clinico procederà ad una Rivalutazione, cioè alla compilazione di una nuova cartella parodontale, al fine di valutare i risultati ottenuti con la Fase Causale.

Per molti pazienti la prima Fase di Terapia sarà sufficiente per avere il controllo della malattia ed accedere così alla Fase di Mantenimento; per altri sarà invece solo una fase di preparazione a quella successiva, cioè la Fase Chirurgica.

La Chirurgia parodontale si divide classicamente in Rigenerativa e Resettiva, ma ad oggi le conoscenze in campo di rigenerativa sono tali che la Chirurgia Rigenerativa ha un po’ preso il sopravvento e si esegue con sempre maggiore frequenza. Spiegare le differenze tra i due tipi di chirurgia in questo articolo, che vuole semplicemente dare un’idea generale delle varie fasi della terapia parodontale, sarebbe troppo lungo, per cui rimando ad altri e successivi articoli.

Al termine delle terapie vere e proprie il paziente accederà a quella che viene definita come Fase di Mantenimento, che consiste essenzialmente in controlli periodici, la cui frequenza verrà stabilita in base a parametri ben precisi, come la capacità di mantenere una corretta igiene da parte del paziente (indice di placca), la presenza di eventuali tasche residue, la presenza di eventuali fattori di rischio, come diabete o malattie del sistema immunitario. Durante i controlli verrà sempre completato il PSR per fotografare la situazione attuale del parodonto e valutare la necessità di eventuali levigate aggiuntive di mantenimento.

A cura della Dott.ssa Daniela Uglietti | Specializzata in Patologia Orale

Per informazioni contattare lo Studio Dentistico Uglietti di Varese al +39 0332285639 o inviare una e-mail a info@studiodentisticouglietti.it oppure lasciare un messaggio tramite il form di richiesta informazioni.
Per prenotare una visita telefonare al +39 0332285639.

Popup Covid-19